Logo Unibas

ESAMI DI STATO - I E II SESSIONE 2013

Icona Rss Icona Pdf Icona Stampa

Commissioni giudicatrici

DISPOSIZIONI GENERALI PER GLI ESAMI DI STATO

Con le Ordinanze Ministeriali del 21 febbraio 2013, sono indette per l'anno 2013 la prima e la seconda sessione degli Esami di Stato per l'abilitazione all'esercizio delle seguenti professioni: Dottore Agronomo e Dottore Forestale, Chimico, Geologo, Ingegnere e Tecnologo Alimentare, pubblicate sul sito internet www.miur.it.
Gli Esami di Stato sono stati riformati dal D.P.R. 5 giugno 2001, n.328, che modifica i requisiti per l'accesso e lo svolgimento delle prove, i possessori dei titoli conseguiti secondo i vecchi ordinamenti (previgenti al D.M. n. 509/1999 e al D.M. n. 270/2004) sostengono le stesse prove degli Esami di Stato previste per i nuovi ordinamenti, ovvero secondo le disposizioni di cui al Decreto n. 328, che istituisce due livelli distinti di Esami di Stato, a cui corrispondono due distinte sezioni negli Albi:
a) Sezione A: cui si accede con titolo di laurea specialistica/magistrale (biennale o a ciclo unico);
b) Sezione B: cui si accede con titolo di laurea di I° livello o con diploma universitario triennale.
Coloro che aspirano ad essere ammessi agli esami devono presentare domanda su apposito modulo prestampato (mod. Esami di Stato).

Gli Esami di Stato di abilitazione all'esercizio delle professioni, per i possessori di laurea specialistica/magistrale o di laurea conseguita secondo il previgente ordinamento, avranno inizio il giorno 20 giugno 2013 per la prima sessione ed il giorno 21 novembre 2013 per la seconda sessione, mentre, per quelli in possesso di laurea triennale e di diploma universitario con esclusione della professione di Tecnologo Alimentare, avranno inizio il 27 giugno 2013 per la prima sessione ed il giorno 28 novembre 2013 per la seconda sessione.
Le prove successive si svolgeranno secondo il calendario stabilito dai Presidenti delle commissioni esaminatrici e reso noto a mezzo affissione agli albi dell'Università e delle Strutture primarie.
Lo stesso calendario costituisce l'avviso di convocazione alle prove stesse e, pertanto, i candidati sono tenuti a prendere visione.

La domanda per la partecipazione agli Esami di Stato dovrà essere presentata per la prima sessione dal 15 aprile al 24 maggio 2013 e dal 16 settembre al 18 ottobre 2013 per la seconda sessione presso l'Ufficio Diritto allo Studio ed Esami di Stato, via dell'Ateneo Lucano n. 10, Potenza, oppure spedita a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, indirizzata all'Università degli Studi della Basilicata, Ufficio Diritto allo Studio ed Esami di Stato, via Nazario Sauro n. 85, 85100 Potenza e dovrà essere corredata da:
a) attestazione del versamento di € 49,58 sul c/c n. 1016 intestato a Agenzia Entrate – Centro Operativo Pescara – Tasse scolastiche – Causale: Tassa di ammissione agli Esami di Stato per l'abilitazione alla libera professione di …….;

b) ricevuta bonifico bancario di € 60,00, quale contributo di ammissione agli Esami di Stato - causale L018 -;

c) ricevuta bonifico bancario di €16,00, a titolo di bollo assolto in modo virtuale – causale 1002;

d) attestazione versamento di € 104,00, effettuato a mezzo bollettino postale sul c.c. n. 218859 intestato: "Regione Basilicata" – causale abilitazione esercizio professionale – (I laureati presso altri Atenei dovranno rivolgersi presso i relativi Uffici Esami di Stato per conoscere l'ammontare della tassa ed il numero del conto corrente della Regione di appartenenza);

e) ricevuta bonifico bancario di € 30,00, quale contributo rilascio diploma di abilitazione professionale - causale L019 -;

f) autocertificazione (resa secondo la normativa vigente) del conseguimento della laurea, per i laureati provenienti da altre Università.

Il candidato che precedentemente non ha superato l’esame non dovrà effettuare  il versamento di cui alla lettera d) e lettera e). 

Tutti i candidati sono ammessi con riserva alla prova d'esame. L'Ufficio provvederà successivamente ad escludere i candidati che non siano risultati in possesso dei previsti requisiti di ammissione. Nel caso in cui, dalla documentazione prodotta dal candidato risultino dichiarazioni false e mendaci, ferme restando le sanzioni penali di cui all'art. 76 del D.P.R., n. 445, lo stesso decadrà automaticamente dal diritto di ammissione all'esame, senza che gli possano essere rimborsate le tasse e i contributi versati.

I candidati devono presentarsi agli esami con un documento di riconoscimento.

Il candidato dichiarato non idoneo può ripetere l'esame nella sessione successiva ed è obbligato a ripetere tutte le prove anche quelle eventualmente superate nella precedente sessione. Inoltre, per essere ammesso nuovamente all'esame, il candidato deve ripresentare la domanda corredata dai documenti succitati. I candidati che hanno chiesto di partecipare alla prima sessione e che sono stati assenti alle prove possono presentarsi alla seconda sessione, previa presentazione di apposita istanza nella quale chiederanno di far riferimento alla documentazione già allegata alla precedente domanda. Si precisa che tale possibilità è data solo tra la prima e la seconda sessione dello stesso anno solare.

Il candidato che non si presenta al suo turno perde il diritto all'esame e non può conseguire alcun rimborso della tassa e del contributo.

Il candidato che si ritira durante una prova di esame è considerato come riprovato.
Può presentare domanda nei termini stabiliti, anche chi, non ancora laureato, conseguirà il titolo accademico entro il 19 giugno 2013, ove intenda partecipare alla prima sessione, ed entro il 20 novembre p.v., ove intenda partecipare alla seconda sessione.

I candidati che abbiano presentato la domanda fuori termine, sono esclusi dall'esame. Il Rettore, a suo insindacabile giudizio, potrà accogliere le domande presentate oltre i termini, qualora ritenga che il ritardo sia giustificato da gravi motivi e previo pagamento di una mora da effettuare con bonifico bancario di € 50,00 - causale M002 -.
Per ulteriori informazioni rivolgersi all' Ufficio Diritto allo Studio ed Esami di Stato, via dell'Ateneo Lucano n. 10 – Potenza. (tel. 0971-205317 oppure tel. 0971-205319 – e-mail: esamidistato@unibas.it.
- fax. 0971-205321 –).

Potenza, 4 marzo 2013


IL RETTORE
(Prof. Mauro Fiorentino)